10 curiosità su MAC che forse non conoscevate….

Pubblicato: dicembre 24, 2010 in Computers e Affini, News
Tag:, , ,

Apple

Vagando nel web è facile incontrare curiosità su Apple che forse non sapete. L’azienda Apple è, ormai, la più conosciuta produttrice di prodotti hi-tech per il consumo di massa. Insieme a Microsoft ha quasi monopolizzato il mercato degli smartphone e PC ma non solo. Anche se la fama di Apple raggiunge il mondo intero ci sono ancora delle cose che non si conoscono e che vogliamo presentarvi. Dopo aver elencato le curiosità Microsoft è giusto descrivere le 10 curiosità di Apple che forse non conoscete.

 

Fondata nel 1976, l’Apple viene subito conosciuta in tutto il mondo, dai primi anni ottanta, grazie alla vasta gamma di personal computer Macintosh. L’azienda inoltre è famosa per aver introdotto per la prima volta il personal computer nelle case della gente comune. Ci sono tante cose che sappiamo di tale anzienda ma molte che ancora ci sono sconosciute. Vediamo insieme le 10 curiosità Apple che forse non sapete.

Il primo logo di Apple su Isaac Newton

Logo Apple

Anche se il logo arcobaleno, ormai superato, è sicuramente più conosciuto non è quello originare. Infatti, il primo logo usato da Apple è stato quello che ritrae Isaac Newton, scienziato che ha portato a conoscenza del concetto di gravità, seduto sotto un albero alla cui estremità c’è una mela in procinto di colpire la sua testa, proprio come nella leggenda. E’ stato facile dimenticare questo splendido logo perchè è stato usato per breve tempo nel lontano 1976. Il logo originale è stato progettato dal meno noto dei fondatori di Apple, Ronald Wayne, che per motivo personali ha venduto la sua quota successivamente.

Apple ha venduto il suo calcolatore scientifico per reperire capitali

Calcolatore scientifico Apple

Al fine di raccogliere denaro sufficiente per completare le prime ordinazioni, Steve Jobs fu costretto a vendere il suo calcolatore scientifico ad un dipendende HP al prezzo di 500 dollari. Per la visione moderna sembra assurdo il fatto che un semplice calcolatore potesse costituire un capitale, ma nel 1976 costava quanto un computer portatile di adesso. Tale calcolatore è ricordato nella storia come ‘il più piccolo computer programmabile di sempre‘ e ci chiediamo se il compratore si era reso conto di essere in possesso di un pezzo di storia della tecnologia.

Chi è John Appleseed?

John Appleseed

Il nome di John Appleseed compare più volte nella storia dell’Apple ma ancora non si conoscono le vere motivazioni. Come molti studenti sapranno, Johnny Appleseed è stato un pioniere americano del diciottesimo secolo , missionario, e giardiniere. Era un eroe popolare di buon cuore con una predilezione per le mele, che sembra essere l’unico collegamento con l’azienda Apple. Un altro possibile movente potrebbe essere rappresentato dal fatto che Mike Markkula usasse tale pseudonimo quando realizzava programmi per l’Apple. Sicuramente per l’azienda il nome di John Appleseed è molto importante in quanto compare nella pubblicità di iPhone e Mac.

Apple I costa 666 dollari

Apple I

I prodotti Apple sono stati sempre i più cari. Recentemente ci sono state parecchie polemiche relative al prezzo che secondo alcuni è accessivo. In realtà il primo computer Apple in proporzione sarebbe risultato più costoso rispetto al MacBook Air odierno. L’Apple I non è stato messo a 666 dollari per i capricci dell’azienda ma per ragioni pratiche. Come ci ha spiegato Steve Wozniak in molte conferenze il prezzo effettivo del dispositivo venduto all’ingrosso ai negozianti equivaleva a 500 dollari. Sono stati i commercianti che, successivamente, hanno aggiunto circa un terzo della cifra per un loro profitto personale.

Apple ha inventato il ‘Dogcow’

Dogcow

I primi utenti di Apple dovrebbero ricordarsi di Dogcow, il cane stilizzato presente nel driver LaserWriter 4.0. Era stato incluso nel font Cairo come parte integrante del Macintosh originale. Quando tale carattere scomparve non si vide nemmeno più il cagnolino che rimase, però, come mascotte del personale tecnico Apple. Progettato da Susan Kare, tale immegine ha fatto il giro di tutte le versioni del sistema operativo Mac fino a OS X. Poi, nel 1980, grazie alla sua immensa popolarità ha cominciato a essere usato da gruppi di altri sviluppatori, come ad esempio Microsoft che una volta l’ha usato in una pubblicità. Ovviamente l’Apple è sempre stata affezionata alle sue creazioni e ciò l’ha portata a decidere di scrivere una nota tecnica per fermare l’abuso.

Il nome ‘Macintosh’ è stato ispirato da una mela

Mela Macintosh

Jef Raskin, dipendente di Apple, ha coniato il nome Macintosh dopo aver gustato la sua mela preferita. Proprio così, il nome del vostro competer Mac deriva da una mela, che, tra l’altro, è rimasto il simbolo dell’azienda fino ad oggi. Si dice cheSteve Jobs abbia provato a cambiare il nome quando il dipendente era fuori ufficio ma Macintosh era un nome talmente d’impatto che il fondatore dell’Apple non riuscì nel suo intento.

Apple ha realizzato la prima fotocamera a colori

QuickTake 100

Nel 1994 Apple ha lanciato la prima fotocamera a colori con il nome di Apple QuickTake 100. Tale fotocamera scatta fino a otto fotografie e può essere collegata ad un Mac tramite cavo. Il costo di lancio è stato di 749 dollari, l’equivalente di 1.000 dollari di oggi, che sembra esagerato per una fotocamera che vanta meno di un megapixel di risoluzione e nessun display digitale.

Jony Ive è fedele al proprio stile

Jony Ive

Sebbene si parli molto dell’abbigliamento uniforme di Steve Jobs, non sembra essere il solo a prediligere negli anni sempre lo stesso stile. Il Senior vice president di Apple, Jony Ive sembra avere indossato lo stesso stile di t-shirt in ogni singolo video rigardanti prodotti hi-tech targati Apple, fino ad oggi e per gli ultimi dieci anni, almeno.

Il nome dell’iPod si ispira al film ‘2001: Odissea nello spazio’

2001 Odissea nello spazio

L’origine del nome iPod deriva dalla denominazione della navicella spaziale bianca del film di Kubrick ‘2001: odissea nello spazio’, come dichiarato da Vinnie Chiecoin un articolo di Wired, ‘Appena ho visto l’iPod bianco, ho pensato al film’; podsignifica proprio navicella spaziale per il trasporto di persone e strumenti. Poi Steve Jobs ha pensato di aggiungere la I come iMac, come tratto distintivo.

Il primo iPod conteneva un Easter Egg

Breakout

Il primo iPod era stato dotato di un Easter Egg. Conoscendo la giusta sequenza di tasti, infatti, era possibile accedere ad un gioco. Tale Breakout, simile all’attualeSpace Buster, Arkanoid per iPhone ed iPod, è piaciuto agli utendi grazie alla possibilità che dava di giocherellare mentre si ascoltava la musica. Come affermòNick Triano agli inizi del 2002 ‘Non penso che sia una forzatura dire che cambierà il vostro modo di ascoltare la musica’.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...