Archivio per maggio, 2011

Per chi oggi ha 40 anni, Commodore 64 è un nome che provoca una piccola lacrima di nostalgia: innovativo sotto molti punti di vista, questo computer ha debuttato nel 1982 e ha ottenuto un successo enorme in tutto il mondo. Evoluzione del precedente Commodore VIC-20 e destinato a essere poi soppiantato dal più evoluto Amiga, è stato per anni il personal computer di riferimento per i videogiochi.
A distanza di quasi 30 anni, il marchio è stato recuperato e un nuovo Commodore 64 è pronto a debuttare. Quello che la gioia di tutti i nostalgici è che questo dispositivo usa una scossa pressoché identica a quella originale, con il computer completamente integrato all’interno della grossa tastiera grigia. Al suo interno però batte un cuore moderno: il processore è un Intel Atom D525 a 1,8 GHz, supportato dal sistema grafico Nvidia ION2 e da 2 GB di memoria, espandibile a 4 GB. Sarà disponibile in cinque modelli diversi, che vanno dal solo case esterno, per chi vuole assemblare da solo il proprio computer, fino alla versione Ultimate, che integra lettore Blu-ray, Wi-Fi e disco fisso da 1 TB.Rinnovata naturalmente anche la dotazione di collegamenti: 4 USB 2.0, HDMI, DVI-D, VGA, PS2 per il mouse e uscita audio analogica e digitale.

Commodore_64_euronics02

Considerate le caratteristiche tecniche, il nuovo Commodore 64 si presenta come un perfetto media center, da tenere in salotto collegato al televisore HD e da sfruttare come riproduttore di audio e video. Certo, il design particolare potrebbe non piacere a tutti, ma per chi ricorda il vecchio Commodore 64 sarà un vero tocco di classe. In alternativa, volendo personalizzare la configurazione, è possibile sfruttare il case per creare una macchina da gioco che ha poco da invidiare alle moderne console.
Di base il nuovo Commodore 64 viene venduto con installato Linux Ubuntu, ma supporta anche Windows. Inoltre sarà a breve disponibile una versione ottimizzata di Commodore OS 1.0, il sistema operativo originale, che potrà essere utilizzato esattamente come 30 anni fa, insieme a una collezione di videogiochi d’epoca. Chi acquista subito il Commodore 64 riceverà gratuitamente queste aggiunte appena saranno disponibili. Non si sa ancora se verrà distribuito direttamente in Italia e tramite quali canali.

Per visualizzare il sito dove acquistare e per vedere gli altri modelli in vendita clicca QUI

fonte: euronics.it

Annunci

Non si sta parlando solo di una idea stramba, ma di un prototipo già esistente che verrà presentato ufficialmente la prossima settimana e che vedrà con buona probabilità, perlomeno secondo l’opinione degli sviluppatori, la commercializzazione anche se non nell’immediato futuro. Si tratta di PaperPhone, il cui nome già la dice lunga. Uno smartphone sottile, molto sottile, quasi come un foglio di carta, basato sulla stessa tecnologia impiegata per i display degli ebook.

Premesse interessanti e particolari, dunque, per uno smartphone che probabilmente punta a rivoluzionare il concetto stesso di utilizzabilità. Roel Vertegaal, direttore del Queen’s University Human Media Lab. e sviluppatore di PaperPhone, ha dichiarato che il device lavora, nella sostanza, proprio come se si trattasse di un piccolo foglio di carta e che, tra qualche anno, potrebbe diventare uno standard del settore delle comunicazioni. Equipaggiato con un display da 9.5 centimetri di diagonale, permette di fare chiamate, scorrere la lista dei contatti, selezionare e riprodurre brani musicali.

Insomma, la consuetudine per uno smartphone classico ma supportata da una tecnologia specifica. PaperPhone, infatti, è costituito da due strati duttili di cui il primo è rappresentato da un display basato su tecnologia e-ink mentre l’altro da un ordinario circuito stampato. Entrambi questi componenti sono flessibili e dispongono di diversi sensori per comprendere l’interazione con l’utente. Ovviamente è presente uno specifico software necessario per collegare le gesture dell’utente stesso con la specifica funzionalità richiesta.

Soltanto a titolo di esempio, piegando un angolo del device, si ottiene lo scorrimento della lista contatti. PaperPhone verrà presentato ufficialmente il prossimo 10 maggio in occasione della conferenza dell’Association for Computing Machinery’s Computer Human Interaction a Vancouver, in Canada. In attesa di questo evento dal quale scopriremo senz’altro qualcosa di più riguardo PaperPhone, vi lasciamo in compagnia di un video molto particolare.

fonte: notebook italia