Archivio per la categoria ‘Ridere’

Già nel 1985, Steve Wienecke, da Fredericktown, Missouri, stava gareggiando  in un campionato locale di biliardo, e un giorno si è messo in testa che sarebbe bello gareggiare sul tavolo. L’ex calciatore semi-pro e combattente da gabbia, attualmente lavora come assistente di libertà vigilata e condizionale è anche un inventore a tempo perso, così una volta l’idea, nata per caso nella sua testa, era destinato a diventare realtà. Le sue vecchie invenzioni sono stati considerati poco originale, ma sapeva che nessuno avevamai costruito un gigantesco tavolo da biliardo come quello che aveva in mente.

L’idea per la sua tavola Knokkers maturava nella sua testa per un bel po ‘, ma Steve finalmente nel 2008 inizia lavorare su di essa . Sua moglie inizialmente ha pensato che fosse pazzo, ma vedendo la sua idea prendere forma, cominciò incoraggiandolo a realizzare il suo sogno. Le imprese locali hanno trovato i materiali necessari per l’inventore (38 traversine ferroviarie, cinque camion carichi di ghiaia, e 4. 1 / 4 metri di cemento) e dopo 200 ore di duro lavoro, la sua tavola Knokkers era completa. “E ‘esattamente come un tavolo da biliardo regolamentare, solo tutto è scalato fino a quattro volte. anche  le dimensioni delle buche sono le stesse, solo molto più grande.”, ha dichiarato Steve Wienecke.

Dal momento che si deve spingere le palle proprio nelle buche, e non sui vostri avversari, con colpi diretti , bisogna avere solide competenze sia in biliardo e bowling, per giocare Knokkers. Le palle da bowling utilizzatisono regolari palle dipinti come palle da biliardo, e i tiri vengono effettuati da dietro la linea zero, mentre si è in piedi sulla superficie di gioco. Proprio come nel biliardo, il giocatore che imbuca la palla prima determina chi gioca e chi gioca con le palle piene o a  strisce.

Annunci

Le donne di Tennant Creek, nel nord dell’Australia, hanno dovuto aumentare le attenzioni perché c’è un molestatore che si aggira nel parco, e cerca di approfittare sessualmente delle donne che fanno jogging o che semplicemente passeggiano nel parco.

Solo che il molestatore non è un uomo, ma un canguro, a quanto pare estremamente attratto dalle femmine della specie umana, che insegue e cerca di “circuire”.

canguro

Una ragazza racconta: “Ho visto un canguro che mi seguiva, e ho affrettato il passo. Mi ha messo un po’ a disagio ma non ci ho badato più di tanto. Solo che poi quando sono tornata indietro era lì ad aspettarmi. Ha iniziato a saltarmi attorno, e non c’erano dubbi su cosa volesse fare… se non altro l’inequivocabile inturgidimento del suo pene”. Una situazione non certo tranquilla, considerato che l’animale è alto circa due metri e pesa intorno ai 90 kg.

Ma in altri casi gli approcci sono stati ancora più diretti, anche se senza gravi conseguenze, almeno finora. Solo in un caso c’è stato un leggero ferito, un ragazzo che è stato preso a pugni dal canguro perché aveva tentato di difendere la sua ragazza.

 

Hotdoll, la bambola d’amore per i cani

 

I cani sono animali con enormi appetiti sessuali, che non può essere controllato facilmente. Quindi questo è il modo artificiale per fermare il loro carattere innato. Il Hotdoll è un modo naturale (e in realtà un benificio per la salute del cane) di controllare i propri impulsi sessuali. Questa bambola d’ amore per i cani è sagomato per essere afferrato facilmente con le zampe del cane come afferrare i fianchi  femminili.

Designer: Clement Eloy.

Traduttore vocale

Un dipendente, Tomy, posa durante l’annuale Tokyo Toy Show 2009, con la Voce Bowlingual, un gadget che esprime emozionicani ‘, . Tomy sostiene di analizzare con il gadget la voce di un cane attraverso un microfono senza fili collegato al suo collo ed estrapolare le sue emozioni.

Humunga Stache Dog Toy

Da un lato, è una sfera di divertimento nero per il vostrocane con cui giocare, mentre sul rovescio è un paio di baffi. Per $ 15, può valere totalmente la pena

iBone

Un rimedio per invidia del vostro iPhone è un giocattolo cane, chiamato iBone, sviluppatobyHaute Diggety Dog ™.  No, non è duro come un osso. E ‘un dolce, scuscino da 4 “da 6”. E ‘comodo come un cuscinoi, in modo che Buddy può sempre avere qualcosa di confortante in bocca come la mamma ha in mano. Quando Buddy stringe il giocattolo iBone cosi si può sentire  l’amore, la compagnia, e la possibilità di divertimento!

Voi cosa ne pensate di questi oggetti?

Li comprereste per il vostro amico peloso?

Queste sono le foto più sconvolgenti di Babbo Natale…..

Incredibile…..

Voi che ne pensate?



 

Quando si dice il tempismo per salvarsi

Pubblicato: dicembre 25, 2010 in Ridere

Dateci idee rapide per salvarci………

Song Dong, uno degli artisti contemporanei della Cina ha quasi completato una replica in miniatura della città di Shanghai, fatto di dolci vari. Song ha apparentementeuna cosa per ricreare le grandi città senza cibo, in quanto questo è il progetto settimanella sua serie “Eating the City “, che comprende le repliche dolce di Barcellona o Londra. Lavorare con un team di artisti di talento cibo, usa wafer, fette biscottate, biscotti e caramelle per creare repliche commestibili delle principali attrazioni di Shanghai.

La vigilia di Natale, Song Dong mostrerà il suo capolavoro al mondo, e invitano lepersone a prendere un morso di Shanghai, letteralmente. Date un’occhiata alle fotoqui sotto per vedere come il progetto sta andando avanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10 mobili di forma umana.

Pubblicato: dicembre 23, 2010 in News, Ridere

Quando uno pensa “avrò visto tutto” deve ancora vedere questo:

I mobili in forma umana da tenere tranquillamente in soggiorno.

Samal Design, un noto studio di design con sede a Parigi, ha messo a punto la nuova linea della collezione di mobili denominato “Human Mobile”, che celebra la bellezza ela sensualità maschile. Tutti i mobili in corpi seminudi, alcune delle quali mostrano la parte superiore del corpo e la parte inferiore del corpo.

 

cco l’effetto che fa indossare un “mantello invisibile”


ROMA

– Non è ancora il mantello che rende trasparente Harry Potter, ma ci stiamo avvicinando. L’immaginifico fisico John Pendry dell’Imperial College di Londra ha trovato la ricetta dell’invisibilità. Il suo segreto – spiega su Science – sta in un materiale capace di piegare la luce a proprio piacimento. Una superficie con proprietà elettromagnetiche tali da deviare i fasci luminosi, farsene lambire e poi costringerli a tornare nella direzione originaria: come se l’oggetto attraversato non esistesse.

Questa danza della luce, descritta in maniera convincente al tavolino, sul piano pratico è stata tradotta solo in rozzi prototipi, finanziati tra gli altri dal dipartimento della difesa Usa. Appaiono come cerchi, spirali, cilindri e minuscole sfere affiancati tra loro o immersi in materiali dalle proprietà elettromagnetiche simili all’aria.

“Credevamo di aver scoperto tutto sull’elettromagnetismo” dice Roberto Olmi dell’Istituto di fisica applicata del Cnr di Firenze. “Fino a quando non si è aperta la strada ai metamateriali: strutture che assumono proprietà fisiche sconosciute in natura, grazie a una particolare disposizione delle componenti microscopiche”.

Se immergiamo un bastone nell’acqua ci appare spezzato. “Da un bastone immerso in un metamateriale si otterrebbe un’immagine opposta rispetto a quella riflessa dall’acqua. In termini tecnici diciamo che puntiamo a ottenere un indice di rifrazione negativo” spiega Olmi. Toccando i tasti giusti su questo pianoforte, è possibile rendere trasparenti tutti gli oggetti. “Per il momento – prosegue il ricercatore del Cnr – sapremmo farlo solo “cancellando” un colore alla volta. Ma sovrapponendo strati diversi del metamateriale adatto, ognuno specifico per un colore, potremmo realizzare il vero mantello invisibile”.

L’oggetto si presenterà come un puzzle di strutture geometriche simili ad anelli aperti e minuscoli cilindri. Ognuno di essi sarà capace di catturare e deviare il proprio fascio di luce. Anche se, come spiega Pendry, utilizzare il mantello sarà tutt’altro che facile: “Per essere invisibili dobbiamo indossarlo, ma se lo indossiamo non possiamo guardare fuori. Senza contare la difficoltà di ritrovarlo dopo averlo tolto”.

I risultati raggiunti oggi partono da lontano. “Alla fine degli anni ’60 – racconta Giuseppe Molesini dell’Istituto nazionale di ottica applicata del Cnr – il fisico russo Victor Veselago aveva teorizzato tutto questo, senza avere nessuno dei mezzi di cui disponiamo oggi. I suoi studi sono stati ripresi solo trent’anni più tardi. Molte delle prove sperimentali dimostrano che aveva visto giusto”. Se poi il mantello invisibile dovesse risultare del tutto inutile, i metamateriali potranno sempre servire a costruire microscopi potenti e fotografie tecnicamente perfette.

Fonte:repubblica.it

Approfondimenti:

Un uomo cinese testa il mantello invisibile.Verità o scherzo?

 

Verità o menzogna?

Ti che dici?

Troppo divertente

Pubblicato: dicembre 21, 2010 in Ridere
Tag:,

Matrix cinese KARATE DIVERTENTISSIMO

Da vedere assolutamente davvero divertente 😀 😀 😀 😀

E dici no…..

Pubblicato: dicembre 19, 2010 in Ridere
Tag:, ,

Dio giocaE quindi quando mi schianto e sempre colpa di qualcun’altro

😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀